ABOUT

Il maltrattamento di genere è forse la violazione dei diritti umani più vergognosa. Essa non conosce confini, né geografia, cultura o ricchezza. Fintanto che continuerà, non potremo pretendere di aver compiuto dei reali progressi verso l’uguaglianza, lo sviluppo, la pace.

      Kofi Annan Segretario generale ONU 1998

Il PROGETTO: Finalità

W(what)W.(women)W.(want):RESPECT.US

 

La Provincia di Vercelli è il soggetto capofila del progetto che è realizzato con il finanziamento della Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento pari opportunità.

La sua finalità è di prevenire la violenza di genere in tutte le sue declinazioni per aiutare gli studenti ad individuare le radici del fenomeno ed estirparle con il supporto di esperti appartenenti all’area medico-giuridica che cureranno gli incontri e il materiale didattico.

Verranno utilizzati nuovi linguaggi, quelli dei social-network, tanto utilizzati dai giovani di tutto il mondo ma altamente pericolosi se non usati in modo pienamente consapevole.

Il progetto ha il patrocinio dell’Ufficio Scolastico di Vercelli

 

Non avevo prove, non avevo testimoni, non avevo lividi. Una persona che subisce violenza ha sempre un livido, magari nascosto, io non avevo neppure un'unghia spezzata. Perché la mia violenza era fatta di pugni sferrati con gli sguardi, di calci dati con le parole, di schiaffi assestati con le assenze, i silenzi e i rifiuti. Non avevo segni visibili, ma l’anima era tumefatta, mentre agonizzavo in una pozza di solitudine.

Una donna, un uomo, dieci donne, dieci uomini…..

I PARTNER

Collaborano alla realizzazione del Progetto:

  • Consigliera di Parità della Provincia di Vercelli

  • Associazione 12 Dicembre onlus con esperti di difesa personale e psicologi

  • Università Popolare di Vercelli con esperti in psicologia, difensori di vittime di violenza

MATERIALI DIDATTICI INNOVATIVI

Realizzazione di un “corto” che ha una doppia finalità: far scaturire reazioni da parte dei ragazzi e spingerli al dialogo, indicare gli strumenti disponibili per sottrarsi alla violenza.

Durante la sua realizzazione alcuni studenti potranno essere presenti sul set per seguire le varie fasi di produzione.

Se me lo dirai … lo dimenticherò.

Se me lo mostrerai … lo ricorderò.

Se mi coinvolgerai … io lo capirò.

Antico proverbio

LE AZIONI DEL PROGETTO

1. FORMAZIONE PER DOCENTI

Fornire agli insegnanti informazioni e strumenti per lavorare con gli studenti sulla prevenzione della violenza in ogni sua manifestazione.

Corso di 4 ore

Tempi di realizzazione: febbraio/settembre 2019.

Riconoscimento della Formazione (L.

107/2015)

2. FORMAZIONE PER STUDENTI

Creazione di gruppi-classe di massimo 25 studenti che, con gli esperti, verranno aiutati a riconoscere i sintomi della violenza verso sé stessi, i loro amici, i loro familiari, nonchè considerare i casi in cui il proprio comportamento e le proprie azioni potrebbero essere offensive.

Lezione frontale di 2 ore

Tempi di realizzazione gennaio marzo 2019.

3. LEZIONI DI AUTO-DIFESA

Sviluppare le conoscenze per esaminare l’ambiente e potenziali rischi in esso nascosti. Riconoscere e gestire le reazioni psichiche e fisiche che entrano in gioco in caso di aggressione. Lezioni di autodifesa.

Corsi di 8 ore

Tempi di realizzazione: gennaio/marzo 2019

Riconoscimento Alternanza Scuola Lavoro

4. EVENTO FINALE

Follow up: gli studenti potranno creare materiali artistici quali poster, musiche, disegni, scritti, fumetti sul percorso seguito e le tematiche trattate da esibire all’interno dell’Istituto e durante un evento finale.

Tempi di realizzazione: ottobre 2019

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now